COSÌ

Mi ricorderò di noi così.

Con gli occhi chiusi
e le bocche vicine.

La mia mano sulla tua nuca
e la tua tra i miei capelli.

I corpi nudi.
Ancora caldi.
Vicini.

A sfiorarsi,
intrecciarsi.

Così mi ricorderò di noi.

Come un dipinto dai colori accesi.
Una pennellata di passione
su una tela che era bianca.
Prima di noi.

Ci pensi mai che parola strana sia “noi”?
Se la scomponi
diventa “io” “no”.
Come a dire
Che se c’è un noi
L’io scompare.

E né tu né io siamo disposti
a scomparire.
Forse è per questo
che non diventeremo mai noi.

Ma resteremo così,
un’opera imperfetta
incompleta
e così dannatamente bella.

Una di quelle opere
di fronte a cui resti con la bocca aperta,
e le parole non le articoli
e sai che sei di fronte a un piccolo capolavoro.

Ed è così che mi ricorderò di noi.