SPECIALE

“Sei speciale”.

Undici lettere
E un infinito dentro.

Grazie, amico mio.
Per avermelo ricordato.
Che cazzo, sì,
sono speciale.

Anche quando allo specchio
mi vedo la faccia sgualcita.

Anche quando le mani
si ghiacciano
e le labbra
mi tremano.

Sono speciale.
E posso rinascere
dalle mie stesse ceneri.

Continuando a metterci
tutto il cuore che ho.

Perché è solo così
che sono in grado di essere.

E fanculo se gli altri non lo capiscono.
Fanculo se gli altri me lo prendono
questo cuore e se lo rigirano tra le mani
e poi me lo restituiscono tutto stropicciato.

Fanculo.

Perché in quelle pieghe,
nelle piaghe di un cuore ferito,
si nasconde
la parte più bella di me.

Quella speciale.


2 Comments

Rispondi a RL Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...